mercoledì 24 maggio 2017



Riso Basmati con Prugne  e Arrosticini



Cari amici zuccherosi, la mia proposta del pranzo di oggi è un piatto che mi è stato presentato in un corso di cucina a cui ho partecipato di recente, e constatata la sua bontà, voglio condividerla con voi..
Buon appetito!

Ingredenti:

Riso Basmati 1 tazza
acqua 1 tazza e mezza
Prugne della California q.b.
mandorle
1 scalogno
olio evo
sale
arrosticini di carne


come prima cosa iniziamo con la preparazione del riso Basmati:
Prima di tutto il riso va controllato per eliminare eventuali impurità.
Mettere per 30 minuti in ammollo, scolare il riso e lasciarlo nel colino fino al momento della cottura, non necessariamente immediata.
Serviranno una tazza e mezza di acqua per ogni tazza di riso che avete misurato prima di lavarlo. 
Bollire a fuoco medio l'acqua con il sale e appena comincia a fare le bolle aggiungere il riso ben scolato e alzare la fiamma finché l'acqua riprende il bollore. Riabbassare quindi la fiamma al minimo e se si vuole ottenere un riso lucido e sgranato aggiungere un cucchiaio d'olio . Coprire subito la pentola con un coperchio lasciando un angolino aperto per far uscire un filo di vapore e cominciare a contare i dieci minuti di cottura.
Alla fine dei dieci minuti spegnere il fuoco, chiudere il coperchio completamente e lasciar riposare per almeno dieci minuti senza aprire il coperchio. Prima di servire sgranare il riso con la punta della forchetta.




nel frattempo ho preparato un soffritto con scalogno e prugne secche.




per le prugne ho usato la marca 



http://californiaprunes.it.


vi consiglio vivamente di provarle sono davvero buone!


Il Consorzio delle Prugne della California garantisce la qualità del prodotto (California Prune Board) – sotto l’autorità del Ministero dell’alimentazione e dell’agricoltura (California Secretary of Food and Agriculture) -rappresenta tutti i 900 coltivatori di susine e i 29 confezionatori di prugne della Californiamaggior produttore di prugne al mondo. La qualità superiore del prodotto  è dovuta infatti alle rigorose tecniche di raccolta della regione e alle valutazioni di controllo qualitative molto rigorose!




si trovano anche in pratiche bustine, comode da trasportare e goduriose da mangiare per una SANA  merenda!!!





nel frattempo in una padellina ho tostato le scaglie di  mandorle fino a doratura
 




ho condito il riso basmati e cotto gli arrosticini da accompagnamento al piatto


Buon pranzo!




domenica 14 maggio 2017




Chiffon Drip Cake 



Ingredienti:

per uno stampo di diametro da 18cm

per la Chiffon cake:

200 gr di farina 00
200 gr di Dolcedi' Rigoni di Asiago
3 uova 
75 gr di olio di semi
110 ml di acqua tiepida
8 gr di lievito per dolci 
1,5 gr di cremor tartaro
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di estratto di vaniglia

per la ganache:
100 gr di cioccolato fondente
100  panna
70 gr di Dolcedi' Rigoni di Asiago






Procedimento: 

Dividere i tuorli dagli albumi.
Lavorare in una ciotola  l'olio ,i tuorli, l’acqua tiepida, e l'estratto di vaniglia.
In un altro recipiente lavorare la farina, il lievito, lo zucchero ed il sale.

Montate gli albumi fino ad ottenere una schiuma, e unite il cremor tartaro, fino a che diventino spumosi. 

Unite i varii  composti  agli albumi montati, poco per volta e mescolando lentamente dal basso verso l’alto stando attenti a non smontarli.
 Trasferite il composto nello stampo da chiffon cake  e far cuocere a 160°C per 75 minuti.






trascorso tale tempo di cottura sfornare il dolce e capovolgerlo lasciandolo però sempre all'interno dello stampo, si staccherà da solo non appena freddo!



Preparate nel frattempo la ganache facendo sciogliere a fuoco basso in un pentolino la panna, il cioccolato e il Dolcedi', non appena si addensa, lasciare raffreddare e versare sul dolce facendo colare sui bordi per un effetto Drip Cake!!! 
Decorare a piacere con cioccolattini vari e ciuffi di panna montata.


                                                                    Buona merenda!

                                  www.rigonidiasiago.com








Muffin ai Fiordifrutta


e se preparassimo assieme i Muffins?




cosa c'è di meglio di un cuore morbido dentro ad un muffin?




un cuore morbido con fiordifrutta ovviamente!!!






ogni volta che degusto una di queste meravigliose confetture ne resto letteralmente rapita!
non sono ancora riuscita a capire quale sia il mio gusto preferito!!!






Ingredienti:

Per l'impasto:

150 gr. latte
120 gr. burro
60 gr. zucchero
2 uova medie
300 gr. di Farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Per farcire:
Fiordifrutta Fichi
Fiordifrutta Lamponi
Fiordifrutta Pere

Prodecidmento:

Versare in una ciotola tutti gli ingredienti e lavorare con una frusta elettrica o planetaria.
Versare l'impasto ottenuto negli appositi stampini o pirottini, un cucchiaio circa, aggiungere un cucchiaio di fiordifrutta e versare nuovamente un cucchiaio di composto ricoprendo la confettura.
N.B. gli stampini devono essere riempiti solo per 3/4.
Cuocere in forno caldo a 180° per 20 minuti circa.
Decorare a piacimento con granella di pistacchio o zucchero a velo!
Buona colazione 

www.rigonidiasiago.com

Bianco e Nero








Ciao a tutti,

oggi vi presento un dolce tipico messinese: il Bianco e Nero.
Si tratta di bignè ripieni di panna e ricoperti di crema alla nocciola, disposti in modo piramidale, ricoperti con scaglie di cioccolato fondente. 
Questo dolce mi ha accompagnato nei festeggiamenti di svariati compleanni.
Una goduria per il palato!
provatelo è facilissimo! 
E' preferibile prepararlo il giorno prima di servirlo, risulterà ancora più buono.
Ingredienti:
Per 6 persone (di solito si considerano 3-4 bignè a persona):
1 confezione di bignè (25-30),
½ l di panna (fredda),
250 gr di Nocciolata Rigoni di asiago,
 3 cucchiai di zucchero
 scaglie di cioccolato fondente
zucchero a velo q. b.

Montare a neve 250 ml di panna con 2 cucchiai rasi di zucchero.
Riempire i bignè con la sac à poche e riporli in un recipiente; quando sono tutti farciti, vanno coperti con la pellicola e conservarti in frigo, mentre si prosegue con il resto della ricetta.
Montare la restante panna con un cucchiaio di zucchero, quando sarà ben ferma aggiungere la nocciolata Rigoni, amalgamando dolcemente per non fare smontare la panna.
A questo punto si riprendono i bignè dal frigo e si immergono uno ad uno nella crema di nocciola e panna, facendoli rotolare, magari con l’aiuto di due cucchiai, per far si che si ricoprano completamente.
 Disporre i bignè su un vassoio formando una piramide, farli riposare in frigo almeno un paio d’ore prima di ricoprire di scaglie di cioccolato e spolverizzarli con zucchero a velo!


Per questa ricetta ho usato la Nocciolata di Rigoni di Asiago, con la sua scioglievolezza renderà il vostro dolce ancora più godurioso!!!

www.rigonidiasiago.com


sabato 29 aprile 2017



Chiffon Cake  Rum Pistacchio e Panna



Cari amici, oggi vi posto la ricetta della Chiffon Cake,

 la prima volta che l'ho assaggiata e' stata grazie alla mia amica Food Blogger Sabrina, 

ne avevo sempre sentito parlare, 

ma non avevo mai avuto modo di prepararla prima!

 quindi questa ricettina è dedicata proprio a te!!!

www.delizieeconfidenze.com




Ingredienti:

150 gr di farina 00
50 gr di cacao amaro in polvere
200 gr Dolcedi Rigoni di Asiago
3 uova
3 cucchiai di Rum
80 gr di olio di semi
120 gr di acqua tiepida
8 gr di lievito per dolci 
1,5 gr di cremor tartaro
1 pizzico di sale
Per decorare ho usato panna montata e granella di pistacchi di Bronte
N.B.tale quantitativo è sufficiente per uno stampo da 18 cm

Preparazione:
Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale e, quando prendono consistenza aggiungere l cremor tartaro.
In un'altra ciotola lavorare invece i restanti ingredienti, amalgamare il tutto lavorando dal basso verso l'alto il composto stando bene attenti a non smontare gli albumi montati a neve.
Versare tale composto nello stampo da chiffon cake ...
e il gioco è fatto!





adesso occorrerà avere un pò di pazienza, la cottura è pareccho lunga 1 ora e 15 minuti circa temperatura 170 °

ma ne vale la pena!

Trascorso questo tempo capolvegete lo stampo, che si sosterrà sugli appositi piedini della teglia, la torta si staccherà come per magia dallo stampo, pian piano, adagiandosi sul piano di lavoro quando sarà pronta!


Decorare con fiocchi di panna montata e granella di pistacchi


Amici come vi dicevo non ho usato zucchero in questa ricetta ma soltanto questo inimatabile prodotto, Dolcedi' composto esclusivamente dagli zuccheri della frutta! Da provare assolutamente!
Mangiare cosi un dolce e assaporarne una dolcezza naturale, senza sensi di colpa!!!
Ve lo consiglio vivamente! Per ulteriori info andate sul sito www.rigonidiasiago.com troverete altre  informazioni utili. Buona merenda!



www.rigonidiasiago.com




venerdì 7 aprile 2017


Rigoni di Asiago

Cari Amici,
oggi colgo l'occasione per raccontarvi una fantastica esperienza che ho vissuto proprio
due giorni fà, grazie alla fantastica e bravissima Food Blogger autrice di http://www.delizieeconfidenze.com/ 
Ho avuto l'onore di partecipare al Blogger Day tenutosi a www.naturalmenteamilano.com location favolosa, organizzato alla perfezione da www.rigonidiasiago.com.
Durante la giornata sono stati esposti argomenti interessanti da persone competenti che ci hanno saputo intrattenere raccontandoci anche aneddoti interessanti della Famiglia Rigoni.
La Rigoni di Asiago nasce con la produzione di miele ad opera di una grande donna dallo spirito imprenditoriale Elisa Antonini, che durante la Prima guerra mondiale vi si dedicò con amore!
Lo stesso che si nota nei suoi discendenti che si adoperano tutt'oggi alla realizzazione di deliziosi prodotti!
Prodotti che si sono evoluti nel tempo mantenendo però la loro autenticità e bontà!
Rigoni di Asiago è stata tra i primi a sposare la causa del biologico in Italia, diventando in poco tempo leader del mercato, tutta la frutta da loro utilizzata è infatti sottoposta a severi controlli e proviene da agricoltura biologica!
Addirittura l'azienda Rigoni di Asiago dispone di un laboratorio interno che permette di verificare costantemente la qualità dei suoi prodotti biologici in tutte le fasi di produzione e di mettere a punto altresì tecnologie innovative sempre all’avanguardia.


Ho avuto modo di gustare  questi prelibati prodotti Fiordifrutta che vi consiglio vivamente!!!
Ho sperimentato una ricettina veloce per la colazione, srotolando della pasta sfoglia, 
sono venuti fuori capolavori, grazie ad ingredienti di ottima qualità!!!
Come vedete dalle foto ho avuto modo di gustare:
 Nocciolato (Con o Senza Latte), dal gusto unico







Ho avuto inoltre modo di assaporare i Fiordifrutta alla Pesca e Fragoline di bosco, che bontà!
Dovete assolutamente provare questi prodotti che vi riporteranno indietro nel tempo coi loro profumi e sapori!
 Grazie Rigoni di Asiago!

 Onorata della Vostra Conoscenza!!!









Quasi dimenticavo.... da provare oltre ai succhi di frutta, anche il Dolcedi' un prelibato zucchero di frutta biologica!





Un caro saluto e... buona merenda!!!




martedì 28 marzo 2017


Focaccia Tramezzino


...e se per cena preparassimo questa deliziosa focaccia?






ve la consiglio vivamente!

Forza iniziamo!


Ingredienti:
250 gr Farina Manitoba
250 gr Farina 00
500 dl latte
10 gr zucchero
70 dl olio di Arachidi
15 gr. sale
1 cubetto di Lievito di birra
1 tuorlo per spennellare
semi di papavero

per il ripieno:
Salmone affumicato
rucola
Philadelphia


Procedimento:
Sciogliere il cubetto di lievito nel latte tiepido, unire lo zucchero e l'olio, mescolando, unire successivamente le due farine ed il sale, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Versare il tutto in una teglia che avrete precedentemente foderato con della carta forno e lasciare lievitare per 1 ora circa.






Trascorso questo tempo, spennellare con il tuorlo d'uovo e di infornare in forno già caldo a 180° per 30 minuti circa.
Quando sarà cotta, lasciarla raffreddare e suddividerla in due parti!





Adesso è il momento di farcirla secondo i vostri gusti, io ho spalmato della buonissima Philadelphia e adagiato su del salmone affumicato e rucola con un filo d'olio d'oliva.






Richiudete il super tramezzino cosi ottenuto e tagliatelo a fette!
Buon Appetito!!!