sabato 29 luglio 2017

VEG MINI CAKE 

al cous cous e pesche

Questo dolcetto  Veg nasce da una fantastica conoscenza con il mitico

  "Vegan Chef Gabriele Palloni",

 presso la sede Probios.

                      Azienda leader in Italia nella distribuzione degli alimenti biologici vegetariani.


In occasione del blogger day tenuto dall'azienda e con la partecipazione speciale dello chef, è stata realizzata questa fantastica ricetta, riprodotta dalle preziose mani di Sabrina.

Ho cercato dunque di riprodurre tale capolavoro, 
ma con delle variazioni, al posto della zucca ad esempio ho utilizzato le pesche gialle..
lo chef mi perdonerà...



Vi posto la mia ricettina:

Ingredienti:
200 gr latte di soya Probios
200 gr Cous Cous Mais e Riso Probios
2 cucchiaini di Spalmolio Probios
50 gr gocce di cioccolato fondente
100 gr di pistacchi di Bronte
200 gr pesche gialle
150 grammi zucchero di canna
un pizzico di cannella
1 cucchiaio di olio di cocco vergine Probios

Procedimento:
In un recipiente mescolare il cous cous con 50 gr di zucchero di canna, versare lo spalmolio, mescolando con le mani per sgranare il cous cous.
Scaldare il latte di soya e versarlo sul composto, coprire e fare raffreddare.
Tagliare le pesche a cubetti e candirle con 100 gr di zucchero di canna e un pò' d'acqua.
Tritare e tostare i pistacchi.
Mescolare infine il cous cous con olio di cocco e cioccolato fondente, fare riposare in frigo, infine comporre e decorare a piacimento.
Finalmente un dolce godurioso e light!!! 
provate!

Come potete vedere per la ricetta ho utilizzato i prodotti Probios, (a fine pagina sono elencati nel dettaglio) per la riuscita di un piatto infatti occorrono soprattutto prodotti di qualità!


Buon appetito amici veg e non solo!!!



OLIO DI COCCO

OLIO DI COCCO

Una linea completa a base di cocco, un prezioso ingrediente che diventerà un eccezionale alleato in cucina!
La noce di cocco è il frutto della palma di cocco (Cocos nucifera), definita dagli abitanti delle isole del pacifico “albero della vita” per lo svariato utilizzo di tutte le sue parti e le eccezionali proprietà.
Il nostro partner in Sri Lanka è stato selezionato per la qualità delle materia prima, garantita cruelty-free grazie ai rigorosi principi etici che lo contraddistinguono, come il divieto al lavoro minorile e allo sfruttamento animali nella raccolta delle noci di cocco, supporto al lavoro delle donne, mantenimento di una scuola primaria basata sul metodo Montessori, uso di energia da fotovoltaico.

Dal sapore dolce e profumato l’olio di cocco è una deliziosa alternativa vegetale al burro. Viene utilizzato per fritture, per la preparazione di dolci, e per ricette esotiche.
Questo prodotto è pressato a freddo, ossia ottenuto senza surriscaldare la polpa di cocco né la pressa prima della pressione e senza aggiungere calore durante il procedimento di estrazione, ciò ne preserva le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche. Si presenta solido a temperatura ambiente e diventa liquido al di sopra di 26C°.


SPALMOLIO
Logo europeo per l'identificazione del prodotto biologico
La confezione riporta la dicitura senza glutine
Con olio extra vergine di oliva

SPALMOLIO

La linea GOVegan è pensata per proporti un nuovo modo di mangiare ETICO senza rinunciare al gusto!
Spalmolio è un innovativo condimento a base di olio extravergine di oliva spremuto a freddo in forma solida. Garantito 100% vegetale, senza glutine, senza olio di palma, senza colesterolo e fonte naturale di vitamina E. Ottimo da spalmare o utilizzare in tutte le ricette in alternativa al burro!


EASY COUS COUS MAIS E RISO
Logo europeo per l'identificazione del prodotto biologico
Il prodotto è mutuabile dal Sistema Sanitario Nazionale
La confezione riporta la dicitura senza glutine

VIVA MAISVIVA MAIS

EASY COUS COUS MAIS E RISO


Un piatto facilissimo da preparare, bastano infatti 5 minuti per gustare questo cous cous prodotto con mais e riso italiani.
Garantito senza glutine e mutuabile dal Sistema Sanitario Nazionale.
   

                                                                                  www.probios.it


giovedì 27 luglio 2017


BABBI


Oggi un regalino per me da parte di Babbi,
felice come una bimba ho scartato questo fantastico dono..




                                           www.babbi.it


All'interno erano presenti un ricettario, un grembiule e 3 deliziose creme dal sapore unico.

Senza pensarci troppo, ho sfornato dei bigne' e ho dato loro degna vita,
farcendoli con queste meraviglie!!!







Sono stata omaggiata nello specifico di :




Crema di Nocciole







                                                        Fichi caramellati




Crema di Pinoli




Ingredienti:
( per  circa 30 bignè)

 250 ml di acqua
 100 gr di burro
 1 pizzico di sale
 1 cucchiaio di zucchero
 150 gr di farina 00
 4 uova

Preparate la pasta choux.
In una casseruola, portate ad ebollizione l'acqua, il burro e il sale.
Togliete la casseruola dal fuoco e aggiungete la farina e lo zucchero.
Mescolate fino a creare un composto omogeneo. Rimettete sul fuoco a fiamma bassa e continuate a mescolare finché il composto non si staccherà dalle pareti.
Togliete dal fuoco, lasciate intiepidire per qualche minuto e aggiungete le uova una alla volta, facendo incorporare bene ogni uovo prima di aggiungere il successivo.
Continuate a mescolare finché la pasta choux non diventi corposa.
Foderate una placca da forno con della carta forno. Mettete la pasta choux in una tasca da pasticciere con una bocchetta liscia e formate delle palline ben distanziate tra loro.
Infornate i bignè nel forno già caldo e cuocete a 200°C per 20 minuti circa.


Le Creme Spalmabili BABBI, nelle loro golosissime varianti di gusto, sono ideali da spalmare su una semplice fetta di pane, da assaporare con altre dolcezze o per decorare farcire un dessert.

Nella produzione delle specialità BABBI vengono impiegate solo materie prime nobili e naturali, accuratamente scelte e dosate secondo la classica tradizione artigianale italiana, e lavorate con procedimenti rispettosi delle proprietà nutritive delle materie prime e delle esigenze dei consumatori.
 La raffinazione e la pastorizzazione delle creme monitorate da esperti e unite all'attenta cottura delle fragranti cialde, donano un sapore e una delicatezza senza eguali.
BABBI utilizza una selezione delle migliori nocciole e dei migliori pistacchi, tostati direttamente nei nostri stabilimenti con metodi artigianali che permettono di conservarne l'aroma e il sapore autentico e naturale.
Logo_certificazione_prodotti_BABBI
BABBI ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 del proprio Sistema Qualità che tutela la selezione delle materie prime, la progettazione dei prodotti, la produzione, il controllo, e l’assistenza al cliente per l’utilizzo dei propri prodotti.

Oltre a queste deliziosissime creme spalmabili,i fiori all'occhiello della produzione dolciaria BABBI - i Waferini e i Viennesi - sono affiancati da altri prodotti a base di Wafer e Cioccolato, frutto di una costante ricerca sulle creme, sul cacao, sulla frutta tostata: i Babbini, i Cremini, le praline Bon Bon e Babette, i bocconcini di cialda Cannoli e Babette
La linea di Specialità Dolciarie BABBI è sinonimo di raffinato piacere gourmet in tutto il mondo.

Pertanto vi invito a dare un'occhiata al loro sito, con acquisti anche online, si possono fare dei deliziosi cofanetti regalo personalizzati!!!
cosa c'è di meglio di un regalo?
 ricevere un DOLCISSIMO regalo!!!
grazie Babbi e a presto con altre ricette..

martedì 25 luglio 2017




SEADAS

 Piatto tipico della tradizione sarda

 di una bontà unica!


Originariamente non si trattava di un dolce ma di un vero e  proprio piatto unico.
Un tempo le donne sarde infatti, preparavano per il loro mariti le seadas : 
mannas  cantu su prattu
ossia grandi quanto il piatto nel quale erano servite..

INGREDIENTI
  • PER LA PASTA:
  • 500 g semola di grano duro
  • 3 cucchiai di Strutto (o se preferite olio extravergine di oliva)
  • 1 tazza di acqua tiepida
  • 1 pizzico di sale
  • PER IL RIPIENO:
  • 400 g formaggio fresco (possibilmente pecorino sardo)
  • 20 grammi di semola rimacinata di grano duro
  • 2 cucchiaini di scorza di limone grattuggiata
  • 100 grammi di acqua
  • olio di semi di arachidi per friggere
  • sale
  • miele" MIELBIO  Rigoni di Asiago"
Procedimento
  1. In una ciotola lavorate la farina e l'olio assieme a poca acqua tiepida, fino ad ottenere una pasta morbida e liscia. Coprite e lasciate riposare per 30 minuti.
  2. In un tegame sul fuoco, mettete l'acqua e il formaggio tagliato a piccoli pezzi. Aggiungete la scorza grattugiata del limone e un pizzico di sale e mescolate, a fiamma bassa.
  3. Quando il formaggio è completamente sciolto aggiungete la semola e continuate a mescolare fino a quando l'acqua in eccesso non si sarà ridotta.
  4. Mettete il formaggio fuso in una teglia,  e lasciatelo raffreddare. Una volta freddo, prendete un tagliapasta e tagliare il formaggio in tanti dischi, circa 6-7 centimetri.
  5.  (Se volete però, preparare il ripieno crudo  grattugiate il formaggio e unitelo poi al limone. Mettetene poi un cucchiaio al centro del disco di pasta e procedete come da ricetta.)
  6. Riprendete la pasta, stendete una sfoglia sottile di circa 3mm e tagliate dei dischi con un diametro di 10 cm circa.
  7. Mettete su ogni disco un cerchio di formaggio e chiudete con un altro disco; premete bene i bordi e tagliate la pasta in eccesso con la rotella.
  8. In una padella scaldate abbondante olio, friggete le seadas, versando l'olio con un cucchiaio nella parte che resta scoperta.
  9. Fatele scolare su carta assorbente e servitele calde ricoperte di MIELE LIQUIDO MIELBIO
Il miele liquido viene prodotto da Rigoni di Asiago da sempre.
E da sempre la famiglia Rigoni lo seleziona dai migliori alveari, per questo la sua brillantezza, il suo colore e la sua trasparenza sono unici, così come il suo gusto perfettamente bilanciato.

www.rigonidiasiago.com

www.mielbio.it

Il miele una passione

Elisa Antonini (la nonna di AndreaAntonioLuigi Mario Rigoni che rappresentano l’attuale vertice aziendale della Rigoni di Asiago Srl) aveva la tempra combattente della gente di montagna e il piglio di chi fronteggia la vita a viso aperto. Rimasta vedova, con 9 figli da crescere, decise di fare della grande passione del marito Antonio per il miele una vera attività.
Da questo punto di vista, Asiago, sull’Altopiano vicentino, offriva il meglio, sia per l’aspetto naturalistico, sia per gli insegnamenti sulla lavorazione del miele e delle confetture tramandati dai Cimbri.
Mario Paolo ci misero pochissimo ad abbracciare totalmente la passione di famiglia. Così, appena possibile, correvano dietro casa, nel prato delle arnie. Col tempo, la famiglia Rigoni notò che il miele prodotto principalmente per uso domestico trovava consensi sempre più larghi. La richiesta cresceva. Così decise di vendere la produzione eccedente.
Andò tutto talmente bene che l’apicoltura divenne per loro una seconda attività. 













da provare assolutamente....
che bontà!!!





www.rigonidiasiago.com












mercoledì 19 luglio 2017

INALPI


Cari amici, 

qualche giorno fà sono stata contattata dall'azienda Inalpi per degustare i loro prodotti, 

con mio grande piacere e sorpresa, ho ricevuto questo fantastico pacco, 

con all'interno le loro bontà!!!




inutile dirvi che ho già assaggiato tutto!!!Un sapore che non provavo da tempo..la genuinità, e bontà rendono questi prodotti davvero unici!!!

www.inalpi.it


La base della politica aziendale Inalpi si fonda su rapporti equi e trasparenti con clienti e fornitori. Questo ha contribuito, nel corso degli anni, a formare un gruppo di persone che si muovono in un’unica direzione al fine di fornire il miglior prodotto.
Gli allevatori che riforniscono il latte a Inalpi hanno firmato un protocollo che ne garantisce elevati standard qualitativi.
La qualità del latte conferito in Inalpi ha valori organolettici superiori alla media del latte piemontese, e lo confermano i dati dei laboratori regionali.
Il protocollo, che regola il prezzo del latte alla stalla, è stato studiato e redatto con la collaborazione della Facoltà di Agraria dell’Università di Piacenza e ha ribaltato il concetto di acquisto del prodotto: dal 2010, per la prima volta in Italia, il latte viene acquistato in base alla qualità e non alla quantità del conferito. Molti sono i fattori che determinano il prezzo del latte e ogni singola voce ha un’importanza primaria sulla qualità del prodotto finito. Questa formula, prima e unica nel suo genere, ha avuto l’approvazione delle organizzazioni sindacali, del mondo cooperativo e agricolo, di alcune associazioni animaliste e soprattutto dei consumatori.
Un grande esempio di sinergia tra produttore, trasformatore e utilizzatore.
Molti sono i requisiti richiesti ai fornitori di latte Inalpi, ma tutti finalizzati alla genuinità del prodotto:
  • Igiene e salute animale
  • Qualità dell’alimentazione
  • Pulizia della stalla
  • Benessere degli animali
  • Impatto ambientale e sostenibilità allevamento
Il Team della qualità è in contatto continuo con gli allevatori, eseguono controlli e rilievi costanti, valutano le stalle e forniscono punteggi. Il protocollo non può essere quindi statico, se le condizioni della stalla e degli animali cambiano, cambierà anche il punteggio attribuito.
I fornitori di latte Inalpi lavorano solo per Inalpi, questa è un’ulteriore garanzia.

ed in più...

L’azienda ha inoltre impegnato enormi risorse per un progetto che consente di seguire la tracciabilità del prodotto: INALPITRACCIA.
Il consumatore può accedere ad una mappa multimediale, disponibile sul sito aziendale, che gli consente di tracciare l’intera filiera casearia, dal latte appena munto a quello portato in azienda ai prodotti finiti.
Basta inserire il codice e il lotto indicati sulla confezione per scoprire la stalla d’origine delle vacche che danno il latte utilizzato per realizzare le fettine di formaggio, i formaggini, il burro.
Munto e lavorato fresco tutti giorni.
Proveniente solo
dal territorio
Alpino Piemontese.

Controllato e certificato
365 giorni all’anno.
tracciabile dalla stalla al prodotto finito.
Rispettoso del benessere animale.
Attento alla
sostenibilità ambientale.

100% certificato
kosher o.u. e halal.
Latte Inalpi,
giusto, buono e sicuro.





Antonio Invernizzi, già nel 1800, era riuscito a dare il via alla produzione di ottimo formaggio e burro, ricavati dal latte ricco delle mucche di quei pascoli. Una grande passione, unita a una professionalità tutt’altro che improvvisata. La stessa che ha animato Egidio Invernizzi e lo ha spinto a cercare nuovi spazi con caratteristiche simili a quelle della sua amata valle.
E così dalla Valsassina si arriva in Piemonte. L’area del Monviso, e in particolare la cittadina di Moretta con la sua fertile campagna, diventano la nuova casa del giovane Egidio: lì si sposa, incontra il cognato e, insieme, danno il via alla Inalpi che, in pochi anni, diventa una realtà economica importante del territorio.
L’anno di fondazione è il 1966; da allora l’evoluzione aziendale è continua e costante. Già nel 1990 gli 800 mq su cui era sorto il primo stabilimento, sono diventati 15.000 e alla produzione di burro e formaggi si è affiancata quella del formaggio fuso a fette, che negli anni diventa il vero core business dell’azienda.






Esistono in commercio 2 tipi di burro Inalpi:




Burro Chiarificato

Il Burro Chiarificato Inalpi nasce dalla panna di latte fresco, ricavata per centrifugazione dal latte di raccolta nell’area piemontese.

Prodotto di alta qualità, il Burro Chiarificato mantiene il sapore e la bontà della materia prima, donando alle ricette un gusto particolarmente apprezzato da chi ama i sapori ricercati.

Per queste sue proprietà è uno degli ingredienti privilegiati dai grandi chef, che lo usano spesso al posto del burro e dell’olio.

Il Burro Chiarificato Inalpi è un condimento ideale per le fritture e per diversi tipi di cottura ad alte temperature.

Come tutti i prodotti Inalpi, anche il Burro Chiarificato è completamente tracciabile, a garanzia di una filiera produttiva corta, trasparente e di qualità.



Il burro tradizionale

Il burro di panna di centrifuga

Prodotto con panna di centrifuga da latte fresco, il burro tradizionale Inalpi è un burro gustoso e nutriente, che contiene l’82% di grassi.

Adatto a ogni tipo di cucina, sia dolce che salata, può essere utilizzato come ingrediente di base per piatti saporiti e genuini, o aggiunto a crudo per arricchire le ricette più svariate.

Come tutti i prodotti Inalpi, realizzati con materie prime selezionate da aziende agricole locali, anche il Burro fior di panna è completamente tracciabile.






Oltre ai formaggini e alle sottilette Inalpi, a mio avviso un plauso va' a questo capolavoro : 

La Caciotta Kremina





Un formaggio semplice a base di latte caglio e sale che racchiude un sapore delicato adatto ad ogni palato e preferenza di gusto. Un cuore morbido e cremoso, dalle sensazioni tenui nell’immediato e dal gusto più pronunciato dopo i tre mesi di stagionatura. La degustazione in purezza è quella che più esalta le qualità della Caciotta Kremina, ottima anche in abbinamento ai salumi. Ideale per la preparazione di torte salate, può diventare un ottimo secondo, fresco ed appetitoso, se accompagnato ad insalate e verdure crude in particolare nel periodo estivo.



Non ho altro da aggiungere amici, 

                                 se non invitarvi a provare questi buonissimi prodotti!!! 

                                          Resterete davvero soddisfatti!!!   


www.inalpi.it





a presto con altre ricettine...